ETICHETTE PER BIRRIFICIO TORINO

Concorso di grafica per la realizzazione di etichette per birra
Torino TO – 2007

La scelta di un tema rappresentativo per le quattro birre prodotte dal Birrificio Torino, non poteva che cadere su Torino stessa. Città da sempre considerata come uno dei poli culturali, artistici e industriali più importanti d’Italia e recentemente grazie all’appuntamento Olimpico nota e stimata in tutto il mondo, non può che rappresentare un’immagine vincente e di immediato impatto per il Birrificio Torino. Si è pertanto cercato di trovare un simbolo che denotasse in modo appropriato la città sede del birrificio, un simbolo accattivante e non banale. Dopo aver scartato la troppo utilizzata Mole Antonelliana, le ormai obsolete figure di Gianduia e del saporito gianduiotto, la ricerca si è orientata verso due periodi storici del secolo scorso che hanno contribuito a fare grande Torino: la corrente artistica e culturale del Liberty di inizio ‘900 e il boom industriale degli anni ‘50. Il Liberty, si respira a Torino: basta passeggiare in Piazza Statuto, spingersi nel primo tratto di Corso Francia,la “Cit Turin” o fare un salto alla Crocetta per scoprire ancora oggi i fregi, le modanature floreali e i superbi portoncini in legno e ferro battuto che caratterizzano palazzi e villini. Attraverso i segni di quell’architettura, ben si coglie l’intento innovatore e progressista, il modo di essere di quei torinesi di inizio ‘900, che si concretizzò con la più importante manifestazione dell’art nouveau italiana: l’Esposizione Internazionale di Arte decorativa e Industriale, inaugurata appunto a Torino il 10 maggio 1902. Cultura e arte quindi, ma non solo: nel secondo dopoguerra Torino fu il traino dell’Italia, il fulcro del boom industriale che partì dal capoluogo piemontese e dalla FIAT per poi investire tutto il Paese: ancora una volta nella storia la città dei Savoia stupiva il mondo intero con la sua voglia di fare, con le sue idee progressiste e con la sua passione!

 

torino_birrificio
Altri progettisti: Arch. Degiovanni Maurizio