PIAZZA DELLA COSTITUZIONE

Concorso di idee per sistemazione area comunale ubicata tra via Einaudi e Corso Gramsci a Cuneo
Cuneo CN -Italia- 2008

L’idea di progetto nasce da diverse considerazioni:
– l’area costituisce l’ingresso alla città per chi arriva dalla Francia;
– Cuneo è una città caratterizzata da un lungo percorso porticato che nasce dall’inizio di Via Roma e arriva fino alla rotatoria tra Via Einaudi e Corso Nizza;
– secondo la richiesta dell’Amministrazione l’area dovrà essere fruibile per manifestazioni ed avere caratteristiche carrabili per mezzi pesanti quindi dovrà presentare un ampio spazio libero o dotato di strutture mobili per tale fine;
– la presenza del parcheggio adiacente recentemente realizzato obbliga a confrontarsi con esso e con il suo disegno;
– il concetto di piazza e le sue possibili caratteristiche tipologiche. Partendo da questi punti si è deciso di creare uno spazio multifunzionale per diverse occasioni quali fiere o mercatini, spettacoli all’aperto o al coperto, per comizi o concerti, per esposizioni temporanee o per il semplice piacere di passeggiarci o passare del tempo al suo interno.
Il progetto nasce quindi dalla volontà di creare un ampio spazio centrale con un percorso circostante tenendo presente quelle che per noi sono le direttrici principali:
– una lungo Corso Nizza;
– una che porta dalla rotatoria tra Via Einaudi e Corso Nizza al parcheggio;
– una che collega Via Einaudi con la rotatoria tra Corso Gramsci e Corso Nizza.
Inoltre si è voluto creare un lungo spazio porticato sia per dare all’area una continuità tipologica con i palazzi di Corso Nizza sia per permettere il suo sfruttamento in qualsiasi stagione dell’anno, anche in caso di maltempo. Il disegno della piazza deriva quindi dalla sommatoria di percorsi e direttrici. Si è deciso di concentrare la zona verde in un’unica area al limitare della piazza lungo Corso Gramsci.
La piazza presenta quattro ingressi principali segnalati dalla presenza di strutture in acciaio e lamiera più alte della pensilina circostante.L’elemento tettoia deriva dalla volontà di creare uno spazio coperto che sia la naturale continuazione della via porticata (Corso Nizza) e che svolga la funzione di chiusura e delimitazione della piazza.Il differente posizionamento dei pali si ispira e riprende le linee spezzate ed irregolari che caratterizzano il disegno del parcheggio adiacente e permette una movimentazione sia a livello di pianta che di prospetto della tettoia.
Nell’eventualità dell’utilizzo della tettoia per mercatini o fiere si potrà così ottenere un contemporaneo sfruttamento dello spazio coperto da parte di espositori e visitatori. L’area centrale sarà uno spazio aperto e fruibile per tutti i tipi di manifestazioni. Le caratteristiche principali di questa zona saranno la versatilità e l’adattabilità. Infatti questa area, il cuore centrale del nostro intervento, è pensato e fortemente voluto come uno spazio volubile, in continua trasformazione, dove sono le esigenze del comune (fiere, mercatini, concerti, circo, etc) e i fruitori a ridisegnarla e riprogettarla costantemente, a seconda delle proprie voglie e necessità. Quest’area infatti, la cui pavimentazione è carrabile e per tanto all’occorrenza anche percorribile da mezzi pesanti, è prevista costellata da grossi ombrelloni mobili, dalla particolare forma a foglie o a penne d’alpino. Questi “pennacchi” hanno la struttura in acciaio su cui viene montato un telo colorato, e di giorno creeranno zone d’ombra e di sosta, mentre di notte si illumineranno trasformandosi in grandi abatjours. Tali elementi saranno orientabili a piacimento dagli utenti che potranno usufruirne liberamente e in caso di manifestazioni saranno asportabili. Sono previste inoltre panchine movibili di modo che le persone le possano sistemare all’interno della piazza a piacimento. Lungo via Einaudi si è pensato alla sistemazione di una rampa pedonale, di una gradinata in legno e di un’area verde strutturata. La rampa pedonale rappresenta la chiusura del percorso delle pensiline che con quest’ultimo tratto all’aperto si snoda lungo tutto il perimetro della piazza. Sulla sommità è stato previsto un pianerottolo che fungerà anche da accesso alla gradinata in legno affiancata ad essa. Pavimentazione e rivestimento saranno realizzati in granito di colore scuro come la pavimentazione laterale. La gradinata sarà composta da cinque gradoni in legno di 40 cm di altezza in modo tale da formare un piccolo teatro all’aperto rivolto verso la Bisalta. Di fronte alla scalinata ci sarà un’area verde fruibile al pubblico dove sono posizionate una decina di chaise-longue per il relax. Sotto la tettoia saranno sistemate cinque strutture in legno, acciaio e vetro a cui si è assegnato per ognuna una differente funzione. Il numero dei “cubotti” deve ritenersi minimo ed indicativo, in quanto l’amministrazione comunale può deciderne una quantità superiore a seconda delle esigenze future.

Cuneo

Altri progettisti: Arch. Bertola Marco, Arch. Rovera Stefania