PIERCING – MOBILE COMPONIBILE

Concorso internazionale Movdesign indetto da EUREKA Alluminium
Progettazione di manufatti basati sull’uso di estrusi in alluminio

Treviso TV -Italia- 2008

Il working progress che si cela dietro al “mobile componibile PIERCING” ha avuto genesi dal desiderio di creare un oggetto dalla struttura definita ma flessibile. Per struttura definita s’intende che il mobile, pur essendo componibile e quindi ampliabile, è di per sé un oggetto compiuto con una sua configurazione ben definita; mentre per flessibilità si sottolinea la versatilità dell’oggetto, ovvero la possibilità del mobile di offrire innumerevoli modalità compositive ed essere personalizzato a proprio gusto e necessità. Ma un altro aspetto importante è sicuramente la componente ludica che possiede il mobile, e cioè la possibilità intrinseca dell’oggetto di essere personalizzato. Infatti per avere una più ampia possibilità di “manipolazione” dell’oggetto-mobile si è pensato a una struttura completamente forata in cui inserire delle sbarre che a seconda del numero e della posizione possano avere funzione di libreria, mensola porta oggetti, appendiabiti o di seduta, e di qualsiasi altro oggetto che derivi dal posizionamento nelle due direttrici (orizzontale e verticale) delle aste. In particolare, con l’utilizzo di barre verticali la libreria si dota di estetici fermalibri, utilissimi soprattutto per l’archiviazione di riviste (d’architettura) o di tutti i formati poco rigidi. La forma e la struttura dell’asta che meglio ha soddisfatto la necessità di immediatezza e duttilità è stata quella del piercing, in pratica una semplice sbarra con un’estremità filettata su cui avvitare un pomello, e nell’altra una placca circolare. Aver utilizzato una forma nota ma con un’applicazione innovativa, è un’ulteriore espressione di “giocosità” del progetto. Per questo motivo si è deciso che il nome che meglio identifica il mobile è piercing, in quanto rappresenta bene il concetto che si è cercato di esprimere nel progettare il mobile: fori e aste, creatività e inventiva, simpatia e funzione. Il mobile è doppiamente componibile, in quanto ha la possibilità di comporsi sia al suo interno con l’aggiunta delle aste, che assemblabile con altri elementi, in orizzontale o in verticale, per formare infinite soluzioni. Il mobile è completamente in alluminio, così come le sbarre mobile componibile PIERCING: finito flessibile ludico.

 

piercing
Altri progettisti: Arch. Degiovanni Maurizio