VELOSTAZIONE DI CUNEO

Cicloparcheggio e riqualificazione area esterna ad esso
Cuneo CN – 2020-2022

L’area di intervento per il progetto della nuova velostazione è parte del parcheggio del Movicentro, adiacente all’omonima struttura situata nei pressi della Stazione Ferroviaria di Cuneo, e si configura come strategica nella distribuzione dei flussi di persone e mezzi che transitano da e verso il centro cittadino.
La nuova destinazione d’uso modificherà notevolmente questa zona nevralgica della mobilità cittadina e ciò comporta la trasformazione di parte dell’area, attualmente accessibile al traffico carrabile, in una piazza pedonale dedicata ai servizi connessi allo scambio bici/treno.
L’intero progetto si sviluppa secondo la volontà di dare alla nuova area una connotazione specifica di uniformità che lega la velostazione alla piazza. Si sono così realizzate particolari geometrie con assi direttori che partendo dalle facciate dell’edificio formando delle forme trapezoidali riprese nelle sedute, nell’aiuola e nella stessa pavimentazione.
La velostazione, che ospiterà circa 56 biciclette, è un volume bianco a base rettangolare di dimensioni di 15,70 metri di lunghezza e 5,30 metri di larghezza.
La struttura è completamente metallica realizzata con portali in acciaio e tamponamenti in parte in vetro temprato e in parte in lamiera stirata di due differenti tipologie.
Il tetto è realizzato con una semplice copertura in lamiera metallica dello stesso colore delle pareti, con il colmo che taglia diagonalmente la base rettangolare dell’edificio creando falde triangolari che partono dall’altezza di 3 metri nel punto più basso fino ad arrivare a 5 metri nella parte più alta.
La colorazione della pavimentazione della piazza, realizzata con vernici all’acqua utilizzate soprattutto nell’ambito dell’urbanismo tattico, dà vita ad un’area ben definita con forme trapezoidali di color rosso beige e verde pallido, in contrasto con il colore bianco di tutti gli “oggetti appoggiati” sopra.
Per riconoscere in modo chiaro e univoco la funzione principale della piazza e del futuro
fabbricato si è deciso di realizzare una sorta di “insegna” lunga circa 11 metri e alta 1 realizzata con le singole lettere in metallo che compongono la parola V E L O S T A Z I O N E.
Questa ha anche la funzione di rastrelliera portabici, in quanto è sufficiente adagiare sulle lettere le biciclette e legarle con la propria catena.
A servizio dei fruitori vengono realizzate tre sedute a forma trapezoidale in calcestruzzo e un’ampia aiuola di betulle, il cui tronco bianco striato di nero e le foglie di forma triangolare della betulla inoltre, “riprendono” la facciata della velostazione.